Dharma, alcune condivisioni – A few sharings

17 Giu

8923398-fiori-colorati-che-emergono-da-una-scatola-di-cartone-consegna-primavera-sulle-colline-verdi“Talvolta c’è la paura di perdere qualcosa o qualcuno sia nel negativo che nel positivo perché c’è ancora la credenza di una manifestazione esterna che ti dà o toglie qualcosa. E improvvisamente ‘Click’, di nuovo la vita ti riporta a ciò che sei, la sorgente di tutto ciò che appare. Niente da perdere, niente da guadagnare, solo la vita che si dispiega dalla sorgente, IO.”

“Quando non sai chi sei e di conseguenza vedi la vita dal punto di vista della mente, c’è l’idea di essere una persona, un falso concetto di essere qualcuno buono o cattivo, spirituale o materiale, e così via. La mente prova ad aggiustare la vita in una piccola scatola, rendendola automaticamente rigida e piatta, tappando le tue ali dal volare come da loro natura.
Quando il punto di vista magicamente si sposta verso chi sei, una vasta ed inspiegabile consapevolezza, questo falso concetto di essere una persona inizia a rompersi e la paura sorge. La paura è solo un sintomo che il tuo punto di vista si sta spontando verso chi sei, come un intimo invito. Inizialmente non è facile affrontare questo cambiamento, ma pian piano la vita prende una differente fragranza in cui tutto ciò che appare nasce da te, questa consapevolezza, riconoscendo che sei sempre stato questo, mai separato da tutte le altre manifestazioni della vita. E magicamente la vita diventa una sorpresa continua, una gioiosa celebrazione senza alcuno scopo, un gioco bellissimo da vivere con la curiosità di un bambino piccolo.”

“Nel dolore più profondo c’è assenza di paura, ecco perché lo sperimentiamo.”

Con Amore,
Dharma, 06.06.2013

 

“Sometimes there is the fear of losing something or somebody both positive or negative, because there is still the belief of an external manifestation who gives you something and suddenly ‘Click’, again life brings you back to what you are, the source of everything that appears. Nothing to lose, nothing to gain, just life unfolding from the source, ME.”

“When you don’t know who you are and consequently you see life from the point of view of the mind, there’s an idea to be a person, a false concept to be somebody good or bad, spiritual or materialistic, and so on. Mind tries to fix life in a small box, making it automatically narrow and dull, trapping your wings from flying as you are bound to do. When the point of view magically shifts to who you really are, a vast and unexplainable awareness, this false concept to be a person starts to break and fear appears. The fear is just a symptom that your point of view is shifting to you really are, as an intimate invitation. Initially it is not so easy to deal with it, but slowly slowly life takes a different fragrance in which everything that appears comes from you, this awareness, recognizing that you’ve always been this, never separated from all other manifestations of life. And magically, life becomes an on-going surprise, a joyful celebration, without any purpose, a lovely play to be lived with the curiosity of a small child.”

“In the deepest pain there’s no fear, that’s the way we experience it.”

Love,
Dharma, 06.06.2013

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: