Per tutti coloro che si sentono perversi…e per tutti coloro che li giudicano

1 Apr

shiva-shakti-or-soul-nature-upendra-ratraOgni dolore apparentemente provocato ad un altro nasce dal dolore stesso che è presente nell’apparente ‘carnefice’, spesso assimilato nelle esperienze dell’infanzia. Se rispondi a tale dolore con odio o moralismo, stai anche tu negando l’odio che è presente in te come nell’apparente carnefice, anche se agito in una maniera diversa. E’ il gioco di riflessi in cui la sensazione non vista dalla vittima si manifesta tramite il carnefice. Nulla cambia se anche l’apparente ‘carnefice’ non viene visto come ‘vittima’, come vittima di se stesso. A questo punto il suo dolore è anche il tuo, perché la sorgente da cui ogni azione e pensiero sorge è unica ed indivisibile per entrambi.

Ci crediamo spesso qualcuno dentro il corpo capace di intendere e di volere, dotato di libero arbitrio, ma siamo veramente certi di ciò? Se credi di esserne sicuro, da dove sorge questo pensiero? Se puoi controllare la vita, puoi decidere che cosa penserai tra un istante?

Se vedi come ovvio che non è possibile controllare quale pensiero verrà a trovarti o che emozione sorgerà, ti rendi conto che è la vita che si vive e possiamo rilassarsi in qualsiasi azione che sorge da un apparente ‘due’.

A questo punto non esistono più pedofili, assassini, vittime di abusi o torturati, ma solo la vita che si vive tramite il gioco di luce che percepiamo in ogni istante.

Un caro saluto, Dharma

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: