Non-esperienza che fa esperienza della vita

9 Mag

Tutto ciò che percepiamo come manifesto è esperienza della vita. In questa esperienza tutto è impermanente ad eccezione di ciò che osserva questo gioco in continua mutazione.

La%2520volont%25C3%25A0%2520e%2520l%2527esperienza%2520non%2520servono%2520se%2520guardi%2520il%2520presente_thumb%255B2%255DSe osservi il movimento del corpo che percepisci, il suo processo di pensieri e il suo stato emozionale, troverai senza dubbio delle differenze rispetto al ricordo presente che affiora del passato, ma ciò che testimonia il suo agire è sempre qui, presente come lo era prima, indipendentemente dall’emozione di sofferenza o felicità che sorge. Questa presenza ‘testimoniante’ è sempre presente ad ogni pensiero, emozione ed azione corporea che invece funziona come una luce ad intermittenza.

Questo è ciò che siamo: presenza. Non-esperienza che fa esperienza della vita.

In questo vedere sorge la comprensione che la vita è indivisibile, è Uno. Tutto ciò percepiamo si manifesta da questa presenza unica e non definibile in nessun modo. Pensieri, emozioni ed azioni corporee si manifestano sempre dal nulla e quando cade l’identificazione che sia ‘qualcuno dentro il corpo’ a farle accadere, si è a casa e l’esperienza della vita può essere finalmente goduta appieno nel suo profondo mistero e contraddizione.

 

Dharma

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: